il treno di strelnikov

Panchinari

1 Commento

I 5 stelle sono sempre stati di casa all’ ambasciata USA: pioggia o vento un bicchiere di plastica con il nome di Beppe, pizzette e popcorn ci sono sempre stati per loro.

Ora che si scaldano in panchina pronti a scattare al governo come dei puma stanno iniziando a pensare alla politica estera. Prima volevano andare in Crimea, poi si vede che soffrivano il mal d’aria e proprio più in là di Mosca non sono riusciti.

Dopo l’incontro con  le autorità russe hanno battuto le pugnette sul tavolo: hanno detto comunque la NATO così non va. Non è che bisogna uscire, no. Bisogna cambiarla. Una NATO migliore è possibile*, tipo. Capito? Che se vincono vanno da Jens Stoltemberg e gliene dicono quattro. Gli spiegano loro.

Poi sono andati in Europa, a conoscere i meglio politici. Ci hanno pensato un po’ ed hanno deciso che il modello è David Cameron:  “Premetto che non sto indicando la volontà di fare un referendum per uscire dall’ Europa, ma a me interessa molto l’atteggiamento di David Cameron, che si è fatto rispettare nell’Ue: non è come il nostro premier che urla in patria e poi va con il cappello in mano da Merkel e Hollande. Anche noi dovremmo mettere delle condizioni sul piatto e discuterle. Il Regno Unito ci ha dimostrato che si può aumentare il proprio peso politico anche senza stare nell’euro.” *. L’ Altra Europa per Beppe.

Non poteva mancare nel Tour il giro delle sette chiese di tutte le istituzioni (ISPI, Trilaterale, Spectre etc…) che i cinque stelle complottisti di dura opposizione vedevano anche nella minestra di fagioli e che invece i cinque stelle di lotta ma soprattutto di governo considerano affidabili interlocutori con la benedizione del Fatto Quotidiano di riferimento, che per bocca del vicedirettore gli dice: bravi ragazzi, siete cresciti, direttamente dalle palle che lavano senza detersivo ai detersivi che lavano i senza palle. Avanti così!

(io gli diedi dei soldi, a quelli del fatto, orsù prendetemi, mettetemi la gogna su un ciuco e portatemi per i vicoli a prender insulti, che tutto è meglio di questo mortale silenzio della mia coscienza con sé stessa).

A settembre l’affare si fa interessante: si va in Israele e negli Uessèi (che nel frattempo il mal d’aria si vede che è passato).

Quindi, per concludere, vediamo la traiettoria del movimento che ha “superato le ideologie”: si alla NATO, si all’Euro, si alla UE. Si, ovviamente, al liberismo (che il Beppe si vede che i libri contro il precariato e in difesa degli schiavi moderni li ha già piazzati tutti). Si alle istituzioni finanziarie internazionali. Si all’abigeato ed alla puzza di pedi.

C’è qualcos’altro da firmare? C’è qualche prestazione da elargire? Facciamolo ma presto. Ci siamo ridotti la diaria e ora abbiamo fame.

La quadratura del cerchio sembrerebbe secondaria: come facciamo a convincere quei fresconi a votarci ancora, visto che diciamo esattamente l’opposto della volta scorsa? Ma cari amici, sono domande veramente ingenue! C’è la buona vecchia…. (rullo di tamburi)… corruzione!

Del resto si sa che il terziario urbano che decide la politica contemporanea letteralmente si bagna le mutandine al solo sentire parlare di: corruzione. Per questa gente il politico è un dannoso nemico, sono gli schiavi che odiano il soprastante e non sanno nemmeno che esiste il padrone della piantagione che se la ride ogni volta che uno dei suoi sgherri rientra con un occhio nero. Per quel che costano.

La gente delle periferie urbane del mondo per lottare contro la corruzione appoggia Poroshenko, appoggia Al Nusrah, appoggia i latifondisti venezuelani: vendere Di Maio sarà una passeggiata.

Quindi la morale è: secondo me Renzi a ottobre vincerà. Ma se dovesse andare storto qualcosa… la lotta alla corruzione, c’è da giurarlo, salirà alla ribalta.

Italiani. Non abbiamo solo l’inculata al potere. Ma anche quella di riserva, all’ occorrenza.

Credo sia un trattamento riservato ai paesi strategicamente importanti: siatene lusingati.

* Cit. Barbara Oioli

Annunci

One thought on “Panchinari

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...